TEATRI

         ALESSANDRO FONTANA

 18839362_1476902792373216_8956942175175176098_n-350x350

RIDUZIONI SUI BIGLIETTI DEI TEATRI PER GLI ISCRITTI AL M.I.D. (MOVIMENTO ITALIANO DISABILI) E PER I SUOI SOSTENITORI

Ciao a tutti gli iscritti a IL M.I.D. ed a tutti i suoi sostenitori.
Ho contattato i direttori di quasi tutti i teatri di Roma, perché essendo anch’io un attore-cantante diventato disabile, li conosco personalmente, avendo lavorato in questi teatri, per chiedere riduzioni sul costo dei biglietti per gli spettacoli teatrali, per gli iscritti a IL M.I.D. ed ai suoi sostenitori.
Qui di seguito troverete i nomi dei teatri che hanno aderito alla mia richiesta con il programma delle loro stagioni e le rispettive riduzioni.
Alcuni teatri sono stati molto gentili e sensibili a questa mia iniziativa, ed hanno applicato delle vere riduzioni. Altri teatri, invece, mi hanno proposto delle riduzioni che sono a dir poco vergognose ed irrisorie. In questo caso, si tratta di riduzioni che abbassano il costo del biglietto di 5 euro, in teatri nei quali il biglietto costa dai 30 ai 60 euro ed oltre.
Pubblico tutto l’elenco dei teatri, sarete poi voi a scegliere quelli che preferirete.
Non hanno aderito alla mia proposta il teatro Il Sistina, direttore artistico Massimo Romeo Piparo, il Teatro Sala Umberto ed il Teatro Brancaccio, direttore artistico Alessandro Longobardi.
La riduzione del costo dei biglietti nei teatri non è il fine ultimo che mi sono preposto. Potrete notare come, nonostante le riduzioni, alcuni teatri restino ancora inaccessibili.
Il mio scopo è quello di avere per i diversamente abili e per i loro accompagnatori, un numero di biglietti d’ingresso gratuiti a seconda delle persone che lo spazio contiene, sia per i teatri al chiuso, sia per spazi all’aperto ove si tengano rappresentazioni teatrali, concerti, eventi sportivi.
Durante il mio incontro con la segreteria del Ministro Franceschini, avevo chiesto di realizzare questo mio progetto, tuttavia mi hanno risposto che non era possibile perché la decisione sui biglietti omaggio e per le riduzioni è a discrezione dei direttori e dei realizzatori degli eventi. Io gli ho risposto che avrei voluto una legge, un decreto od una normativa che regolamentasse i biglietti omaggio, in tutti i luoghi ove avvengono spettacoli aperti al pubblico. Gli ho inoltre chiesto se sapevano in quanto consistesse la pensione di un invalido civile, mi hanno risposto che non lo sapevano. Gli ho detto che consiste in meno di 300 euro mensili. Una persona che abbia anche una grande passione per lo spettacolo, per lo sport, per la musica e per l’arte in generale non può permettersi un biglietto, anche se ridotto, a 10 euro, perché non riesce ad arrivare a fine mese con una pensione così bassa e preferisce mangiare piuttosto che andare a vedere uno spettacolo, un concerto, una partita di calcio, o gare sportive, anche se a malincuore.
Quindi i biglietti devono essere gratuiti e non a discrezione dei direttori, degli organizzatori, perché i teatri, le compagnie, ed altri tipi di intrattenimento, hanno una legge per ottenere le sovvenzioni statali. Perché non fare una legge, un decreto, una regolamentazione, o qualsiasi altra cosa che formalizzi il numero di biglietti obbligatoriamente omaggio, per i diversamente abili, in questi spazi? Mi hanno risposto che la legge per le sovvenzioni teatrali è stata creata per sostenere e divulgare la cultura.
“Divulgare e sostenere la cultura di chi produce spettacoli, od eventi, e non per le persone che ne fruiscono!”, ho risposto io.
La cultura, lo sport sono dei beni che vanno diffusi su tutto il territorio e devono essere accessibili a tutti.
Ora si è chiusa la legislatura, ma io continuerò a battermi perché questo diritto, che è uno dei tanti miei fini come Coordinatore Nazionale Spettacolo e Cultura de IL M.I.D., si realizzi a pieno e venga rispettato, mantenendomi inamovibile su questa mia richiesta, anche con il nuovo governo.

Il Coordinatore Nazionale Spettacolo e Cultura de IL M.I.D.
Alessandro Fontana

 

-TEATROARGENTINA&INDIA

TEATRO ELISEO

TEATRO QUIRINO

TEATRO DE’SERVI modulo convenzioni 2017-2018

Pubblicato il: 14 gennaio, 2018
Condividi anche tu!

Guarda anche

Lascia un commento