via Favale, 15 - 00019 - Tivoli (RM)
347 654 6894
info@ilmid.it

T.A.R.I.

T.A.R.I.

 

Sino al prossimo 20 agosto è possibile presentare le richieste di agevolazione Tari per utenze domestiche (invalidità e reddito) e per utenze non domestiche (Art. 10, 25 e 27 del Regolamento Tari). Come ormai è noto la Tari è la nuova tassa che i cittadini devono pagare per quanto riguarda i rifiuti.

Come già per la Tares, anche nel caso della Tari le agevolazioni relative al reddito si basano sull’indicatore Isee (riferito all’anno 2019) e vanno a scaglioni. Per famiglie a basso reddito e/o con un figlio a carico e con Isee inferiore a € 15.000, la riduzione prevista è del 10%.

Per famiglie con due figli o tre figli a carico e Isee inferiore a € 15.000 la riduzione è del 15%.

Per famiglie con quattro o più figli a carico e Isee inferiore a € 15.000, la riduzione è del 20%. Una riduzione del 10% è prevista anche per i nuclei familiari dove abitano minori in affido indipendentemente dal reddito. Rimangono invariate anche le forme di agevolazione legate sia all’invalidità che all’Isee.

Questi i gradi e le forme di invalidità stabiliti per aver diritto all’agevolazione: persona con invalidità dal 70%, persona non autosufficiente over 65, persona priva di vista (legge 382/70 e 508/88), persona sordomuta (legge 381/70 e 508/88), disabile al quale è stato riconosciuto lo stato di handicap grave, in conformità a quanto disposto dall’art. 3 c. 3 legge 104/92. Se tali persone fanno parte di un nucleo familiare con Isee inferiore o pari ad Euro 5.000,00 si ha diritto all’esenzione totale dal pagamento; se appartengono a nucleo familiare con Isee compreso tra Euro 5.001,00 ed Euro 7.500,00, la riduzione è del 60%; se l’Isee è compreso tra Euro 7.501,00 ed Euro 10.000,00, la riduzione è del 50%; se l’Isee è compreso tra Euro 10.001,00 ed Euro 12.500,00 la riduzione del 40%; infine, se l’Isee è compreso tra Euro 12.501,00 ed Euro 15.000,00, la riduzione è del 30%. La richiesta di agevolazione va presentata entro e non oltre mercoledì 20 agosto, vale per l’anno 2014 e deve essere ripresentata ogni anno.

Esistono poi tutta una serie riduzioni, da richiedere entro 60 giorni dal verificarsi dei presupposti che determinano il diritto, e sono le seguenti: Abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 20%; Fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 20 %; Utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto: riduzione del 10%.

Utenze poste a una distanza superiore a 500 metri dal più vicino punto di conferimento, misurato dall’accesso dell’utenza alla strada pubblica: riduzione del 60%. Le agevolazioni e le riduzioni di cui sopra si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione, se debitamente dichiarate e documentate. Qualora si rendessero applicabili più riduzioni o agevolazioni, esse non sono cumulabili ma viene applicata solo la riduzione o agevolazione maggiore.

Condividi