PARCO GIOCHI

 

MOVIMENTO ITALIANO DISABILI

: “ PARCO GIOCHI PER TUTTI “ e Progetto per un PARCO GIOCHI INCLUSIVO con denominazione “Parco della Serenità” nel territorio del Comune di Fonte Nuova(RM) in via Valle dei Corsi . Una opportunità concreta per abbattere Distanze e Pregiudizi ( non soltanto Barriere Architettoniche ) . – 2 – E’ consigliabile, prima della trattazione dell’ argomento fare proprie le definizioni di alcune parole che ricorrono spesso e che sono indispensabili per una giusta comprensione. ACCESSIBILE : “ a cui è possibile accedere, che è di facile accesso “ ; FRUIBILE : “ Di cui si può fruire, disponibile al godimento e all’uso ; GIOCARE INSIEME : “Dare la possibilità ai bambini di interagire senza barriere o discriminazioni ; PARCO GIOCHI INCLUSIVO : “ Un Parco che garantisce l’inclusione e quindi permette di giocare a tutti i bambini insieme, utilizzando le medesime strutture di gioco indifferentemente che essi siano normodotati o disabili “ . – Accessibile per bambini con Disabilità che possono fare temporaneamente a meno dell’ utilizzo di ausili per la mobilità; – Accessibile per bambini che non possono fare a meno dell’ utilizzo di ausili per la mobilità : ( considerato che questa condizione è più limitante rispetto alla precedente, i giochi contrassegnati dal simbolo in carrozzina si intendono per lo più adatti anche a bambini che possono fare temporaneamente a meno dell’utilizzo di ausili per la mobilità . – 3 – Questa è l’idea di promuovere una interessante iniziativa e sensibilizzare I progettisti ,le Amministrazioni Locali e il cittadino per un tema tanto delicato quanto non abbastanza affrontato, ovvero “ Il gioco per tutti “ . Che cos’ è il gioco per tutti i bambini : Secondo l’Art.31 della Convenzione ONU sui diritti dell’ infanzia e dell’ adolescenza, stipulata tra 194 Stati di tutto il mondo, composta da 54 articoli ed approvata dall’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 Novembre 1989 , è un diritto che tutti gli Stati firmatari devono tutelare : “ Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica “ , Certo è che il gioco è l’attività più importante e decisiva nella fase di crescita dell’ individuo, in quanto attraverso esso il bambino sperimenta, amplia le proprie conoscenze e impara ad adattarsi alle esigenze del mondo esterno, stimola la propria creatività e la fantasia . Il gioco inoltre promuove lo sviluppo cognitivo, lo sviluppo sociale e lo sviluppo affettivo . L’iniziativa nasce con lo scopo di puntare i riflettori sul tema del gioco accessibile a tutti,il gioco senza barriere, senza discriminazioni,né limitazioni. Il gioco libero, il parco inclusivo. Cosa sono quindi i Parchi inclusivi : Sono parchi dove tutti i bambini possono giocare insieme, parchi privi di barriere architettoniche, parchi dove sono installati giochi il più possibile accessibili e fruibili da parte di tutti. Sono aree dove possono trovare gioia e relax i piccoli che possono correre ma anche i piccoli con disabilità e gli adulti che li accompagnano . Non sono parchi “ per disabili “, sono parchi per tutti indistintamente , perché lo scopo è la socializzazione, la condivisione di sorrisi, ma soprattutto l’ estinzione di tutte le distanze e tutti i pregiudizi creatosi fino ad oggi . I dati di cui siamo a conoscenza e che si riferiscono al mese di Settembre 2015 , in tutto il paese i parchi gioco completamente accessibili sono solo una trentina , mentre sono state installate circa 100 altalene per carrozzine . – 4 – L’installazione di altalene per carrozzine sono sì un passo importante nella giusta direzione, ma non possono essere considerate il punto di arrivo, soprattutto se vengono posizionate in aree distanti dai restanti giochi. E’ consigliabile ed auspicabile in futuro di NON incontrare parchi giochi nati sotto la stella delle inaugurazioni pre-elettorali con l’ intento di essere a chiunque accessibile, ma con pavimentazioni inadatte e impedimenti fisici, privi di ombra e parcheggi adatti, con giochi non raggiungibili ed errori di progettazione. Cosa deve prevedere un progetto di Parco inclusivo : Il progettista ha la possibilità di scegliere tra tante tipologie di gioco che mirano al coinvolgimento totale del bambino stuzzicandone la fantasia e i cinque sensi : dall’altalena al tunnel, dalle strutture ginniche ai pannelli sensoriali, dalle sabbiere alle strutture combinate e così via . Non dimentichiamo però che per far sì che un parco sia davvero inclusivo, durante la progettazione gli elementi tecnici da tenere in considerazione sono molteplici : la sicurezza, l’accessibilità, i parcheggi, la presenza di ombra,l’utilizzo di materiali anti trauma, i sistemi di trasferimento. Rivolgersi ad un esperto capace di creare un’area gioco per tutti i bambini risulta essere la soluzione migliore perché non è l’oggetto gioco in sé per sé a rendere un parco accessibile a tutti, ma tutto ciò che ruota attorno ad esso. In Italia non esiste una vera e propria regolamentazione per la progettazione di parchi inclusivi o per stabilire quale gioco possa davvero essere adatto a tutti i bambini, e questo è un grave sintomo di una società che non ha ancora “ digerito “ alcune trasformazioni. Esistono comunque delle Linee Guida molto utili, stilate e messe a disposizione dal Comune di Jesolo, che aiutano il progettista e il committente nella scelta degli elementi e nella stesura del progetto ( www.Youblisher.com/p216768-Linee-Guida-SGSS/ ) . Un piccolo aiuto per una grande opera. Inoltre, è bene non dimenticare che in Italia esiste una norma sulla sicurezza dei giochi, la UNI EN 1176 2003. La normativa specifica i requisiti generali di sicurezza delle attrezzature per aree da gioco e definisce i parametri che devono rispettare le attrezzature e le pavimentazioni . – 5 – Ci sono rivenditori e produttori di giochi inclusivi in Italia : Per quanto gli spazi attrezzati siano ancora pochi, in Italia sono invece molte le aziende che producono giochi inclusivi e il sito http://parchipertutti.blogspot.com dedica loro una sezione a parte, dove si possono trovare tutte le informazioni necessarie all’acquisto. Per arrivare alla concreta realizzazione del “ Parco giochi per tutti “ si deve evitare che la superficialità e la mancata competenza diffusa nel mondo dei progettisti non faccia più danni di quanti se ne preventivino. Persi in un mare di burocrazie,normative, noiosi bilanci e computi metrici, stime economiche e scartoffie,dovranno essere consapevolmente informati che in questo caso non devono progettare per il proprio egocentrismo, ma per qualcuno che vive al di là dei loro PC, dei loro software spaziali, delle loro ambizioni. Dovranno essere consapevoli che stanno progettando per persone che hanno esigenze, bisogni, sogni, emozioni, persone che pensano, persone che parlano e si muovono, o forse no . Insomma, stimolarli ad ascoltare quello che abbiamo da dire,affinché vadano al di là del manuale tecnico, perché con poco si può fare davvero tanto . – 6 – Progetto per “ PARCO GIOCHI PER TUTTI “ con denominazione : “ PARCO della SERENITA’ “ ( Modalità, Arredo e Gestione ) NB : I requisiti necessari per la progettualità ed una perfetta realizzazione,dovranno contenere le seguenti caratteristiche: ACCESSIBILITA’ – FRUIBILITA’ – ADATTABILITA’ – VISITABILITA’ . Nello spazio disponibile dell’ area di circa 1.200 mq il progetto dovrà comprendere : Area giochi inclusivi , Area ristoro ( bar del parco ), Area Servizi igienici (suddivisi uomini e donne sia per persone con disabilità e non,comprensivo di spazio da utilizzare per le mamme che hanno bambini piccoli ),Area Direzione del Parco, Area Servizio di manutenzione e Sicurezza , Area Polizia Locale ( posto distaccato), Area attività ricreative ( con adiacente spazio per i gonfiabili), Area Ping-Pong, Tennis tavolo, Biliardini, Area Tiro con l’Arco . L’Area per cani(con accesso separato, comprendente una postazione di controllo. L’area sarà dotata di fontanella panchine e cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti ,comprensiva di alcuni giochi a loro dedicati ). Tutta l’area completa del Parco dovrà essere Video – sorvegliata e l’accesso sarà precluso a moto e veicoli a motore e non sarà consentito giocare a pallone.  Si prevede la collaborazione, sia dell’ A.N.C. ( Associazione Nazionale Carabinieri ) Fonte Nuova – Mentana , che delle G.G.V. ( Guardie Giurate Volontarie ) con sede a Fonte Nuova , per quello che potranno assicurare .  La manutenzione e la gestione del Parco dovranno essere affidati a titolo gratuito al M.I.D. Inoltre, l’Amministrazione dovrà concedere gratuitamente allo stesso Movimento la gestione e l’utilizzo di tutte le strutture per auto – finanziamento . N.B.: L’interno delle due Aree dovrà essere dotato di fontanelle,panchine, aiuole.  L’accesso al Parco verrà regolamentato . – 7 –  Per quanto riguarda i giochi inclusivi da installare all’interno del Parco, il M.I.D. si attiverà con una campagna di sensibilizzazione per la raccolta di fondi necessari all’acquisto ,coinvolgendo Enti Pubblici e privati e semplici cittadini. Pertanto , sarà necessario l’apertura di un C.C. postale dove confluiranno le risorse economiche . La causale sarà : “GIOCHI INCLUSIVI AL PARCO DI FONTE NUOVA “ ;  Dovranno essere predisposti da parte dell’ Ente locale adeguati parcheggi esterni, tenendo presente che la collocazione per i parcheggi riservati alle persone con disabilità dovrà essere eseguita in punti strategici ;  Si ipotizza la possibilità di una navetta,predisposta per l’accesso ad eventuali carrozzine con capolinea nelle adiacenze del Parco ;  Si ritiene necessario predisporre la relativa segnaletica per raggiungere il Parco medesimo . Tutto ciò premesso, si chiede a Codesta Amministrazione di valutare la proposta progettuale ed indicare al Movimento proponente la via idonea e necessaria per l’attuazione di concerto .

Pubblicato il: 22 febbraio, 2017
Condividi anche tu!

Guarda anche

Lascia un commento